📃Secondo il rapporto Marine Messages II, pubbli 📃Secondo il rapporto Marine Messages II, pubblicato pochi giorni fa, i mari europei sono sempre più inquinati e sottoposti a pesca eccessiva.
⠀
🔴Le condizioni dei nostri mari determinano la loro stessa capacità di fornire cibo, ossigeno, risorse primarie ed un clima abitabile a tutte le popolazioni.
⠀
‼️Le direttive date dall’Unione Europea nel 2008, che imponevano ai paesi membri di raggiungere l’obiettivo dei mari puliti e sani entro il 2020, sono state completamente disattese.
⠀
⚠️Ad oggi, infatti, nei nostri mari permangono e si aggravano i problemi legati all’ECCESSIVO SFRUTTAMENTO DELLA PESCA, LE CONDIZIONI DELLE SPECIE MARINE, L’INQUINAMENTO DELLE ACQUE E DEI FONDALI, e L’EROSIONE DELLA COSTA.
⠀
🌊Abbiamo ancora la possibilità di ripristinare i nostri ecosistemi marini se agiamo in modo deciso e coerente e raggiungiamo un equilibrio sostenibile tra il MODO IN CUI UTILIZZIAMO I MARI e IL NOSTRO IMPATTO SULL’AMBIENTE MARINO.‼️
⠀
<a rel=#Fridaysforfuture #MariEuropei #Inquinamento #Pesca #Climatechange #Globalwarming #Stopclimatechange #Stopglobalwarming #Actnow">
🔴Secondo l’International Energy Agency il mon 🔴Secondo l’International Energy Agency il mondo ha solo sei mesi di tempo per cambiare il corso della crisi climatica e poter prevenire un rimbalzo delle emissioni di gas a effetto serra, che travolgerebbe gli sforzi per evitare la catastrofe climatica.
⠀
💶Le scelte economiche prese quest’anno determineranno l’economia dei prossimi 3 anni, ed incideranno globalmente sui prossimo 30 anni.
⠀
❗️Le emissioni di CO2 sono precipitate a livello globale del 17% ad Aprile, rispetto allo scorso anno, ma da allora sono nuovamente aumentate di circa il 5% rispetto all’anno precedente.
⠀
📑Nel rapporto pubblicato giovedì, l’IEA ha definito il primo progetto globale per una ripresa verde, concentrandosi in particolare su riforme che riguardano la generazione e il consumo di energia.
⠀
⚠️L'energia eolica e solare dovrebbe essere al centro dell'attenzione, insieme ai miglioramenti dell'efficienza energetica negli edifici e nelle industrie, e alla modernizzazione delle reti elettriche.
⠀
💼 La creazione di posti di lavoro deve essere una priorità per tutti i paesi. L’analisi mostra che mirare a posti di lavoro “green” (l'adeguamento degli edifici per renderli più efficienti dal punto di vista energetico, l'installazione di pannelli solari e la costruzione di parchi eolici) è più efficace che investire denaro nell’industria dei combustibili fossili.
⠀
👩🏼‍⚕️🧑🏽‍🔬Le richieste di una ripresa verde a livello globale sono arrivate da economisti, professionisti sanitari, educatori, attivisti per il clima e politici.
⠀
🔴Ma i governi puntano ancora agli investimenti ad alto contenuto di carbonio. Nel rapporto viene sottolineato  che mostra  alla fine di maggio l'importo investito nelle centrali elettriche a carbone in Asia era accelerato rispetto all’anno passato.
⠀
❓Cosa aspettiamo a cambiare il nostro modo di vivere nel mondo❓Abbiamo sempre meno tempo, è ora di agire‼️
⠀
📃Fonti: theguardian.com
⠀
<a rel=#Fridaysforfuture #Climatechange #6Months #Actnow #Saveourhome #Fightforclimate #Stopclimatechange #stopglobalwarmingnow #defendthedefenders">
💨L’ONG Transport and Environment ha raccolto 💨L’ONG Transport and Environment ha raccolto nuove evidenze scientifiche in un unico rapporto con l’obiettivo di fare chiarezza sul tema e di sfatare falsi miti.
⠀
📑Il documento prende in esame auto, furgoni, camion e autobus a metano, valutando l’emissione di polveri, ultrafini ed ammoniaca.
⠀
🌫Questi mezzi rilasciano GRANDI QUANTITÀ DI PARTICOLATO soprattutto durante la guida urbana, con alcuni test di laboratorio si è dimostrato che emettono tra 9 e i 900 MILIARDI DI PARTICELLE PER KM.
⠀
🔴Inoltre è stato dimostrato che emettono anche GRANDI QUANTITÀ DI AMMONIACA, che a sua volta contribuisce all’inquinamento da polveri sottili. I test hanno rivelato emissioni di NH3 fino a 20mg/km per le auto e fino a 66mg/km per quanto riguarda i furgoni.
⠀
⚠️Ad oggi non ci sono limitazioni normative per questo comparto, infatti le stesse fanno riferimento a una dimensione di particolato molto maggiore rispetto a quella emessa dalle auto a metano.
⠀
‼️Il problema fondamentale, riguarda la dispersione di ammoniaca in atmosfera dalla quale ne consegue un collegamento fra emissioni di questo tipo di veicoli e formazione di particolato secondario.
⠀
❓Cosa aspettiamo a fare qualcosa❓
⠀
<a rel=#Fridaysforfuture #Metano #Rinnovabili #Combustibilifossili #Globalwarming #Climatechange #Actnow #Fightforclimate">
📑Il sito CarbonBrief, dedicato agli ultimi svil 📑Il sito CarbonBrief, dedicato agli ultimi sviluppi nel campo della scienza del clima, ha prodotto un’analisi sulla diffusione delle fake news legate ai cambiamenti climatici, soprattutto tramite social network.
⠀
🔴Le informazioni fuorvianti riguardanti il clima spesso mettono in dubbio teorie più che supportate a livello globale (scetticismo climatico), oppure screditano la scienza (negazionismo climatico).
⠀
➡️L’analisi si sofferma in particolare sulla questione dello scietticismo climatico, mettendo in luce che esistono diverse figure coinvolte nella creazione, nel finanziamento e nella diffusione di questo tipo di notizie.
⠀
💵I principali finanziatori sono attori corporativi e filantropici, che hanno particolare interesse nei combustibili fossili.
⠀
❗️Una strategia chiave è INSTILLARE IL DUBBIO, in particolare su 3 temi:
1️⃣LA VERIDICITÀ DEL CAMBIAMENTO CLIMATICO,
2️⃣L’URGENZA DELLA CRISI,
3️⃣LA VERDICITÀ DELLA COMUNITÀ SCIENTIFICA,
⠀
⚠️Questo meccanismo è molto pericoloso, poiché fa sì che le persone smettano di credere nei fatti e perdano fiducia nei propri governi, causando così un’inerzia politica e sociale.
⠀
📌Per contrastare questo fenomeno bisogna iniziare a dare sempre più importanza al pensiero critico e migliorare l’educazione scientifica ed ambientale. Partendo ora‼️
⠀
Fonti: carbonbrief.org
⠀
<a rel=#Fridaysforfuture #Fakenews #Clima #Climatechange #Science #Globalwarming #Stopclimatechange #Stopglobalwarmingnow #Actnow #Education #Misinformation">